Osservatorio

Anno scolastico:
2014/2015
Totale studenti di italiano:
2.233.373
Studenti frequentanti i corsi dei lettori di ruolo:
22.407
Globale studenti universitari:
225.858
Studenti delle scuole italiane statali, paritarie, non paritarie; scuole europee; sezioni bilingui; sezioni internazionali:
28.852
Studenti delle scuole locali:
1.224.099
Iscritti ai corsi degli Istituti Italiani di Cultura:
70.902
Studenti dei corsi degli enti gestori:
264.099
Soci-studenti dei Comitati della Società Dante Alighieri:
122.203
Studenti in altri contesti apprendimento:
324.386

In base all’ultima raccolta dei dati sull’insegnamento dell’italiano nel mondo (a.a. 2014/15), 2.233.373 stranieri studiano la lingua italiana.

I dati presentati in questa sezione costituiscono un aggiornamento riguardante il panorama mondiale dell’apprendimento dell’italiano, dalla scuola dell’infanzia all’università.

Le fonti utilizzate per la raccolta sono gli uffici all’estero del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (Ambasciate, Consolati e Istituti Italiani di Cultura), gli uffici centrali del Ministero che si occupano d’insegnamento dell’italiano e la Società Dante Alighieri.

I dati riguardano l’anno accademico 2014/2015 e (senza alcuna pretesa di esaustività) rappresentano il risultato di un lavoro capillare, a livello centrale e periferico, volto all’individuazione degli apprendenti di lingua e cultura italiana su scala mondiale.

Anche quest’anno i dati riguardanti l’insegnamento “strutturato” dell’italiano (Istituti Italiani di Cultura, scuole italiane statali e paritarie, sezioni italiane presso scuole straniere, scuole europee, scuole straniere pubbliche e private, università, enti gestori dei corsi d’italiano, comitati Dante Alighieri) sono stati integrati, nei limiti di quanto è stato possibile verificare, con quelli riguardanti le altre realtà di apprendimento dell’italiano (associazioni culturali, scuole di lingue locali, scuole popolari, università della terza età ecc.) che non godono di contributi governativi italiani o locali, e che quindi non sono facilmente rilevabili, ma che di fatto rafforzano ed estendono l’azione di promozione della nostra lingua e cultura nel mondo.

I dati rispecchiano una realtà in costante evoluzione e sono quindi da considerarsi non definitivi.

Per realizzare questo aggiornamento sono state ulteriormente migliorate le modalità di raccolta dei dati, e si è cercato di evitare doppi conteggi e imprecisioni nell’attribuzione degli studenti ai vari contesti di apprendimento effettuando riscontri incrociati tra le fonti d’informazione e raffrontando la situazione paese per paese con i dati degli anni accademici precedenti.

Nel riepilogo generale non figurano i paesi in cui l’italiano è lingua ufficiale, come Svizzera e San Marino.